Bitcoin è polemica, anche in questi giorni in cui quasi tutti ne hanno sentito parlare. La sua fama come "valuta Darknet" non è ancora lontana e la quantità di cripto-truffe in circolazione non aiuta molto. Tuttavia, ci sono molte cose positive da dire al riguardo: Bitcoin è inclusivo, è decentralizzato, è facile da usare, è economico da utilizzare e può risolvere numerosi problemi dentro e fuori il settore finanziario.

Ancora, alcuni personaggi famosi e importanti leader insistono sul loro odio contro Bitcoin e le criptovalute e non dubitavano di condividere le loro cattive opinioni al riguardo con il mondo intero. Possiamo vederne alcuni e cercare di decifrare perché sono così arrabbiati per la cosa.

Jamie Dimon

Jamie Dimon di Steve Jurvetson / Flickr.

Questo è probabilmente uno dei casi più noti, forse perché ha il suo cartellone su un camion. Sì, come un grande annuncio, non per essere sicuri che tutti conoscano i presunti pericoli di Bitcoin, ma per deridere l'autore per le sue parole.

Jamie Dimon è il CEO della banca d'affari multinazionale JPMorgan Chase dal 2005, ma la discussione su Bitcoin con lui non sarebbe iniziata fino al 2015. A quel punto, il dirigente ha detto chiaramente: “Nessun governo sosterrà mai una valuta virtuale che aggira i confini e non ha gli stessi controlli. Non succederà". Quindi, Dimon era fiducioso che la criptovaluta sarebbe semplicemente scomparsa.

Quando Bitcoin era ancora lì, meglio che mai nel 2017, ha deciso di chiamarlo apertamente una "frode" nel mezzo di una conferenza. Ha confrontato la criptovaluta con la mania dei tulipani del 17 ° secolo, ha detto che non "sarebbe finita bene" e ha persino minacciato i dipendenti di JPMorgan Chase, dicendo che dovrebbero essere licenziati se avessero scambia bitcoin perché erano "stupidi".

Un bravo ragazzo, senza dubbio. Ma la storia ha un finale divertente: il prezzo del bitcoin è stato temporaneamente influenzato dalle sue dichiarazioni, JPMorgan ha proceduto ad acquistarlo a buon mercato a nome dei propri clienti, JPMorgan è stato accusato dalla FINMA svizzera di riciclaggio di denaro e, qualche tempo dopo, nel 2019, la banca ha lanciato la propria versione di criptovaluta, la JPM Coin. Ironie della vita.

Ah, e ovviamente ora abbiamo il cartellone su un camion, per gentile concessione della società di criptovalute Genesis Mining.

Immagine di Genesis Mining

Warren Buffet

Warren Buffet di Democracy Chronicles / Flickr

Prima di tutto, lascia che ti dica cos'è Berkshire Hathaway. E questo è un mostro gigante corporativo che possiede, in tutto o in parte, marchi come Duracell, Dairy Queen (sì, la gelateria), Fruit of the Loom, Helzberg Diamonds, Kraft Heinz Company, American Express, The Coca-Cola Company, Bank of America e Apple.

Questa non è nemmeno la lista completa, quindi, nessuno dovrebbe essere sorpreso dal fatto che il presidente e CEO di questo conglomerato sia uno schifoso milionario. In effetti, considerato uno degli investitori di maggior successo al mondo ed essendo la quarta persona più ricca in vita, non puoi sottovalutare Warren Buffet.

... O forse puoi farlo un po ', proprio quando ne parla bitcoin e criptovalute. Gli attacchi contro questi attivi finanziari sono iniziati nel 2018, durante un'intervista alla CNBC. Ha poi dichiarato:

“In termini di criptovalute, in generale, posso dire con quasi certezza che arriveranno a una brutta fine (…) quando succederà o come o altro, non lo so”.

La discussione non è finita qui. Nel 2019, Buffet ha dichiarato che Bitcoin era solo una "delusione" e un "dispositivo di gioco d'azzardo".

“Ci sono state molte frodi ad esso collegate. Ci sono state sparizioni, quindi c'è molto da perdere. Bitcoin non ha prodotto nulla. Non fa niente. Sta semplicemente lì. È come una conchiglia o qualcosa del genere, e per me non è un investimento ”.

Quest'anno non è riuscito a contenere ancora la sua emozione per le criptovalute, durante un'altra intervista con CNBC.

“Le criptovalute fondamentalmente non hanno valore. Non producono niente. Non puoi farci niente se non venderlo a qualcun altro. Ma poi quella persona ha il problema (...) Non possiedo alcuna criptovaluta. Non lo farò mai ”.

Alcune persone, come Anthony Pompliano, co-fondatore del crypto-hedge fund Morgan Creek Digital, pensa che Buffet sia solo spaventato dal bitcoin e dal suo sconvolgimento nella società. Sfortunatamente, questo era l'uomo che la famosa cantante Katy Perry ha scelto di chiedere sulle criptovalute. Forse l'abbiamo persa lì dentro.

Ajay Banga

Ajay Banga. Foto GES / dominio pubblico

Rifiuto! È così che il CEO della Mastercard globale, Ajaypal “Ajay” Singh Banga, vede le criptovalute. E non ci sono scherzi lì dentro. In realtà ha detto quella parola durante un'intervista con India Times nel 2017:

“Se il governo crea valuta digitale, troveremo un modo per essere nel gioco. Forniremo binari per spostare la valuta dal cliente al commerciante. Le valute digitali incaricate dal governo sono interessanti. La valuta non governativa è spazzatura ”.

Ha proceduto spiegando che considerava le criptovalute "spazzatura" a causa della loro volatilità. Quindi, per esempio, oggi puoi comprare due bottiglie d'acqua con un Bitcoin, ma un altro giorno è solo una bottiglia o 9.000, non puoi saperlo. Ha considerato che Bitcoin può essere utilizzato anche per attività illegali perché apparentemente non sa che puoi farlo con ogni tipo di denaro.

A questo punto possiamo porci una domanda interessante: Banga vorrebbe stablecoin? Non ne siamo sicuri, ma a quanto pare gli è piaciuta abbastanza la criptovaluta di Facebook (la Bilancia), dal momento che Mastercard faceva parte della Libra Foundation all'inizio, prima della loro fuga quando i regolatori hanno iniziato a lamentarsi.

Principe Al Waleed

Prince Al Waleed di Hamit erik / Creative Commons.

Quando diciamo "principe", lo intendiamo. Questo uomo d'affari arabo, Al-Waleed bin Talal bin Abdulaziz Al Saud, meglio conosciuto come Al Waleed, è effettivamente un membro della famiglia reale saudita. È anche il proprietario della società di investimenti Kingdom Holding, che ha una lunga lista di inversioni in grandi imprese, tra cui Four Seasons Hotels & Resorts, Kingdom Hospital-Consulting Clinics, Rotana Group e, in precedenza, Amazon, Apple, Twitter e McDonald's .

È stato questo ragazzo che ha detto in un'intervista alla CNBC nel 2017 questi genere parole su bitcoin e criptovalute:

“Semplicemente non ha senso. Questa cosa non è regolamentata, non è sotto controllo, non è sotto la supervisione. Semplicemente non credo in questa cosa dei bitcoin. Penso che un giorno imploderà. Penso che questo sia Enron in divenire ”.

Con "Enron" si riferisce alla massiccia frode contabile che ha portato Enron, un gigante statunitense del commercio di energia e dei servizi pubblici, in bancarotta alla fine del 2001. Quindi, sì, pensa che Bitcoin sia una frode e concorda volentieri con Jamie Dimon.

Ma questa storia ha anche un finale ironico. La suddetta intervista ha avuto luogo a ottobre e meno di un mese dopo Al Waleed è stato arrestato in Arabia Saudita, in un'epurazione che il governo saudita ha definito una campagna anti-corruzione. È stato accusato di riciclaggio di denaro, corruzione ed estorsione di funzionari e quasi tutti i suoi attivi sono stati congelati dalle autorità.

Come ha detto il giornalista Max Keizer su Russia Today: il principe non avrebbe avuto quel problema di fondi congelati se solo avesse avuto ha acquistato Bitcoin in tempo. Invece, ha dovuto aspettare fino al 2018 per essere rilasciato.

JK Rowling?

Immagine di John Mathew Smith e www.celebrity-photos.com / Flickr

Ok, speriamo davvero che tu abbia notato il punto interrogativo in questo perché non ne siamo sicuri al 100%. Sì, stiamo parlando della famosa scrittrice della saga di Harry Potter, Joanne Rowling.

Nel caso non lo sapessi, lo scorso maggio Rowling ha twittato una piccola cosa su Bitcoin e, ovviamente, tutti sono impazziti. Voleva solo sapere cosa fosse Bitcoin e ha ottenuto una risposta enorme e travolgente. Alcuni dei tweet che ha ricevuto nel bel mezzo del dibattito non erano così gentili, quindi, a un certo punto, voleva solo scomparire.

“Sta diventando sciocco. Non mi unisco alla comunità Bitcoin. Dovrebbe essere perfettamente ovvio a questo punto che ho pescato Bitcoin nella speranza di aumentare le mie significative partecipazioni in Ethereum ”.

Ha chiarito in seguito che le partecipazioni Ethereum erano uno scherzo e che ha imparato una lezione faticosamente conquistata con la situazione: "Non essere mai impertinente su Bitcoin su Twitter". Ma forse era troppo tardi per lei perché ha contrassegnato come la sua spiegazione preferita su Bitcoin un tweet che dice "Immagina che esista qualcosa che in realtà non esiste. Questo è Bitcoin ". E, beh, questo è un concetto molto sfortunato.

Da allora, alcuni truffatori hanno colto l'occasione e, utilizzando account di phishing con l'immagine del romanziere, hanno cercato di rubare le criptovalute delle persone. Un triste finale. Quindi, probabilmente ora non le piace Bitcoin, chi lo sa.

Perché tanto odio?

Apparentemente, abbiamo un piccolo elenco di legittimi? motivi:

1. Ipocrisia e / o "Voglio comprarlo a buon mercato".
2. Paura delle cose nuove.
3. Non è regolamentato / sostenuto da un governo (non del tutto vero, a proposito).
4. Malinteso sulla funzionalità.
5. Comprensione quasi nulla di cosa sia realmente Bitcoin e come funzioni.

Allora, cosa possiamo fare al riguardo? Guarda Bitcoin e le criptovalute crescono. Usali. Diffondere la parola. E ... gli haters odieranno!

+1
Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment

it_ITItaliano