Ricordatelo molto bene: tutto può fallire, ma mai le persone / aziende / media che dicono con pomposa certezza che "Bitcoin è morto". Non importa l'anno o il mese. Sono sempre lì, anche adesso, aspettando pazientemente la grande caduta della valuta digitale "fallita" ...

Media rispettabili come The New York Times, Wired, Business Insider, Gizmodo, Reuters, Seeking Alpha, Vice, Financial Times, CNN, The Washington Post, The Guardian, Yahoo Finance, Wall Street Journal, CNBC, Fortune, Irish Times, Huffington Post , South China Morning Post, Tribune, Forbes e (oh accidenti, questa è una lista davvero lunga) Bloomberg hanno scommesso, in un modo o nell'altro, sulla morte definitiva di Bitcoin. Dal 2010.

Una cosa divertente è che, ad oggi (2020), non hanno smesso di parlare di Bitcoin e criptovalute. E non sempre negativo, ma anche con buone notizie e massimi storici (ATH). Forbes e Bloomberg hanno anche intere categorie e scrittori specializzati al riguardo. Ironie della vita.

Secondo i dati raccolti da 99Bitcoins, Bitcoin ha circa 382 necrologi di numerosi media e personaggi importanti, come due dei haters preferiti, Jamie Dimon e Warren Buffet. Curiosamente, l'anno con più necrologi (124 previsioni di morte per Bitcoin) è il 2017. Lo stesso anno del più grande ATH per Bitcoin e la follia delle ICO.

Quindi ... ricordi personaggi come Crilin (DBZ), Kenny (South Park), Dean (Supernatural) e Loki (Marvel)? Hanno tutti in comune una cosa con Bitcoin: continuano a morire più volte e tornano come nuovi. Molto maneggevole.

Controlliamo quindi le morti temporali Bitcoin più notevoli. Solo per divertimento (e un po 'di prospettiva).


Prefettura di Mt. Gox

Mt. Logo Gox. Dominio pubblico.

Questo è il più vecchio e il più grande. Bitcoin ha registrato un drammatico crollo di -93% nel suo prezzo, sceso da 29 USD a soli due tra giugno e novembre 2011. Titoli come "Allora, questa è la fine di Bitcoin, quindi" (Forbes), "L'Bitcoin sta morendo, qualunque cosa" (Gizmodo) e "L'ascesa e la caduta di Bitcoin" (Wired) hanno inondato Internet come una diga rotta.

Il motivo della grande caduta? Mt. Gox, uno dei primi scambi di BTC e, a suo tempo, il più popolare. Hanno riferito a giugno un cupo hack alla sua piattaforma, in cui 25.000 BTC sono stati rubati da 478 account utente. Inoltre, anche i dati personali di alcuni utenti sono stati derubati e messi in vendita, e alcune operazioni fraudolente hanno causato un falso crash a 0,01 USD per il prezzo BTC. Yikes.

È stato un duro colpo, ma Bitcoin (e Mt. Gox) sono riusciti a riprendersi entro il 2012. E perché "prefigurare"? Oh, vedremo.

La caduta di Bitcoin Risparmio e fiducia

Probabilmente hai già visto da qualche parte quel tipo di piattaforme che ti chiedono un investimento “insignificante” in crypto per moltiplicarlo per due, tre, cinque, venti, ottanta, cento, mille e così via. Il compito principale e "facile" che questi siti ti assegnano per raggiungere l'obiettivo avido è quello di portare quanti più referral possibili per unirsi alla loro piccola "attività". Bene, questa è una truffa popolare chiamata Pyramid Scheme, in cui i nuovi investitori pagano a quelli vecchi e non c'è un vero prodotto da nessuna parte.

Immagine di Sammy-Williams / Pixabay

Il presunto hedge fund Bitcoin Risparmio e fiducia si è dimostrato nient'altro che uno schema piramidale quando ha chiuso le sue operazioni nell'agosto 2012. Almeno 500.000 BTC sono stati rubati agli investitori e il prezzo è crollato di -56,7% di conseguenza. Tuttavia, sembra che le persone fossero già stanche per la morte di Bitcoin perché solo Wired ne ha segnalata una a dicembre.

Quasi lì, il monte. Gox

Questo scambio ha avuto un 2013 ricco di emozioni. È diventato il leader mondiale Scambio Bitcoin poiché gestiva oltre 70% di transazioni totali entro aprile. E proprio perché non era troppo capace di gestire questo grande volume, lo stesso mese ha fermato le operazioni per diversi giorni dopo un crash di -52% in 6 ore. Il che ha abbassato ulteriormente il prezzo, soprattutto quando hanno subito un attacco DDoS e il sito Web è andato giù.

Di conseguenza, il calo totale del prezzo di Bitcoin è stato di -87%. Successivamente, Mt. Gox ha affrontato una causa da $75 milioni da parte della società CoinLab a causa della violazione di un contratto di partnership in cui questa società avrebbe gestito le transazioni statunitensi dello scambio. Questa causa sarebbe durata fino al 2019, ma questa è un'altra storia.

Foto di succo / Pixabay

Nonostante tutto, Bitcoin è riuscita non solo a riprendersi da questo crollo, ma a raggiungere gli ATH di notizie entro la fine di quell'anno, superando per la prima volta la soglia dei 1.000 USD. Nel frattempo, ha accumulato almeno 17 necrologi da media come Bloomberg, The New York Times e Business Insider.

Il grande Monte. Gox fiasco

Questo è conoscenza obbligatoria per ogni crypto-user nel mondo perché ci ha insegnato lezioni importanti in modo duro. Come abbiamo detto prima, il Monte. Gox era lo scambio Bitcoin leader al mondo all'epoca, ed è esattamente per questo che l'episodio del 2014 è stato così tragico.  

Il 7 febbraio 2014, Mt. Gox ha fermato tutti i prelievi di bitcoin e ha iniziato a trovare scuse sistematiche per questo. Il suo CEO, Mark Karpelès, si è dimesso dal consiglio della Fondazione Bitcoin e ha cancellato tutti i suoi tweet. Il resto delle operazioni di trading è stato sospeso e, alla fine, il sito è andato offline alla fine del mese.

Gli utenti interessati avrebbero presto scoperto la terribile verità. La società era insolvente a seguito di un hack che ha rubato 744.408 BTC (circa $473 milioni all'epoca e + $8 miliardi oggi). Mt. Gox ha firmato per bancarotta a Tokyo entro la fine di febbraio, e proprio lì è iniziata l'odissea dei suoi vecchi clienti per recuperare i loro fondi (e continua fino ad oggi).

Immagine di Andrew Martin / Pixabay

L'anno è iniziato per Bitcoin in un bel $956 e si è concluso con appena $315 (-67%). Almeno 29 necrologi sono stati scritti da Reuters, Seeking Alpha, Bloomberg, Fortune, Vice, Financial Times, CNN e altri.

Il folle rally 2017-2018

Dopo il grande monte. Il fiasco di Gox, il 2015 e il 2016 sono stati anni tranquilli per Bitcoin. Alcuni necrologi sono stati tolti, come al solito, ma niente a che fare con le cose che sarebbero arrivate nel 2017. Il prezzo è iniziato in $973 e ha finito l'anno a $20.089, un incredibile aumento di 1.964,6% e il suo ultimo ATH fino ad oggi.

Nonostante ciò, o probabilmente a causa di esso, 124 necrologi di tutti sono stati annunciati nel corso dell'anno. Titoli come "The Death of Bitcoin" (Daily Reckoning), "Stai lontano da Bitcoin - è spazzatura completa" (MarketWatch), "Tutta questa roba di Bitcoin è falsa" (Splinter) e "Bitcoin morirà su Grand Theft" (La Tribune) erano sparsi in tutto Internet.

Immagine di Pexels / Pixabay

Quando il crollo è finalmente avvenuto all'inizio del 2018, questa volta causato non da uno scambio hackerato ma da una lunga bolla speculativa, anche i becchini dei media erano lì, pronti a seppellire Bitcoin ancora una volta. O 93 volte di più durante l'anno, dal momento che il prezzo è iniziato con $17.500 ed è finito solo in $3.900 (-77.7%).

Conclusione? Bitcoin ha subito diversi incidenti violenti ma risorge sempre dalle sue ceneri. Ad oggi siamo a $10.900 e ce ne sono previsioni molto buone per il futuro. Ma hey, se BTC sale o scende, lo stesso vale: non è la prima volta e probabilmente non sarà nemmeno l'ultima.

+1
Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment

it_ITItaliano