Le criptovalute sono totalmente pronte a governare il mondo uno di questi giorni. Se ci pensi, ha senso: sono molto più pratici, economici e veloci dei soldi tradizionali. Ora, secondo un sondaggio condotto dalla società IDF Eurasia, almeno 10% dei russi con conti bancari vogliono investire in criptovaluta.

Inoltre, circa 22% vorrebbero investire in valuta estera, probabilmente perché ne hanno già una migliore comprensione. Ciò può significare che se le circostanze sono ideali, quelle persone potrebbero investire in criptovaluta anche a un certo punto. In effetti, in uno studio fatto un mese prima, la stessa quota era 47%.

Questo declino, spiegano, potrebbe essere “in parte dovuto alla crescita del tasso di cambio delle valute, nonché alla perdurante incertezza sui mercati finanziari”. Questo è esattamente il motivo per cui potrebbero trovare una sorta di rifugio sicuro nel mondo delle criptovalute.

UE e regolamenti

Nel frattempo, uno studio separato fatto all'inizio di quest'anno in 10 paesi europei, ha rivelato che almeno 66% dei suoi cittadini crede che le criptovalute continueranno a esistere tra dieci anni, anche se non sono sicuri di come potrebbe essere utilizzato in futuro. Tuttavia, almeno 9% di loro credono Bitcoin sarà completamente radicato nella società.

E quell'ultima speranza potrebbe essere una realtà a un certo punto, perché i regolatori dell'Unione Europea stanno lavorando in un quadro giuridico flessibile in questo momento, per rendere i pagamenti transfrontalieri con criptovalute più facili, veloci ed economici. Entro il 2024, vogliono che questo sia lo standard al di sopra del denaro.

Foto di jessica45 / Pixabay

D'altra parte, la Russia non è stata così amichevole con le criptovalute e lo sono anche apportando alcuni emendamenti alle sue prime cripto-leggi. Nel frattempo, sappiamo già che i cripto-minatori non possono ricevere alcuna ricompensa per il loro lavoro e non puoi usare le criptovalute per acquistare beni e servizi ai commercianti all'interno del paese. Tuttavia, le criptovalute sono ancora legali e c'è un enorme volume di cittadini, che possono scambiarle normalmente con aziende al di fuori del territorio.

Immagine in primo piano di Khusen Rustamov / Pixabay

+1
Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment

it_ITItaliano