Ultimamente, lo Yield Farming dell'ecosistema DeFi è diventato un ottimo modo per fare dei guadagni succosi ... se sai come farlo. Ora, secondo un recente sondaggio della società CoinGecko, è stato rivelato che almeno 93% dei coltivatori di rendimento intervistati hanno riportato ROI positivi, anche oltre 500%.

L'azienda inclusa in la sua indagine 1.347 persone tra i 25 annith Agosto e 4th Settembre. La maggior parte di loro conosceva le criptovalute e l'agricoltura di rendimento, ma solo 23% degli intervistati ha partecipato all'ultima attività. Allo stesso tempo, la maggior parte di questi agricoltori (90%) sono uomini di età compresa tra 30 e 59 anni, che sembrano non essere pienamente consapevoli dei rischi.

58% degli agricoltori hanno investito in protocolli non certificati e rischiosi, 40% non può leggere gli smart contract e 33% non sa in che cosa consiste la perdita temporanea l'estrazione di liquidità. Per ogni evenienza: in pratica, la perdita temporanea significa che i tuoi token possono perdere valore mentre sono bloccati all'interno di un protocollo DeFi, fornendo la liquidità necessaria per coltivare ricompense. Questa perdita potrebbe essere temporale o permanente.

D'altra parte, 52% di agricoltori hanno investito meno di 1.000 USD nella loro agricoltura, anche se chi investe di più è destinato a guadagnare (o perdere) ancora di più. In ogni caso, potrebbero finire per pagare oltre 100 USD al giorno per le commissioni di transazione su Ethereum, se i token funzionano in quella blockchain.

Si consigliano alcune precauzioni

Nonostante tutto, anche gli agricoltori hanno preso alcune precauzioni. La proporzione del loro portafoglio impiegata nell'agricoltura di rendimento era solo 10% delle loro aziende totali, ed è stato osservato un comportamento di "farm-and-dump", in cui gli agricoltori aspettano solo di accumulare premi sufficienti prima di vendere o ritirare le loro posizioni.

Foto di ds_30 / Pixabay

Come indicato da CoinGecko, gli agricoltori potrebbero ottenere rendimenti superiori a 1.000% di rendimento percentuale annuo (APY), a seconda delle loro strategie. L'intero processo non è però privo di rischi, ma il totale opposto. Inoltre, le elevate tariffe del gas potrebbero diventare una minaccia per questi protocolli, nonostante sembrino qui per restare.

“La nostra opinione è che i pool ad alto rendimento non siano sostenibili, ma i prodotti agricoli di rendimento sono destinati a restare. È ora evidente che i pool di yield farming introdotti da Uniswap recentemente il 17 settembre hanno solidificato la frenesia del yield farming. In effetti, non è più solo una frenesia, ma ora è maturata in modo significativo. Tuttavia, fino a quando l'elevata tariffa del gas non sarà risolta, è improbabile che gli utenti al dettaglio possano entrare in agricoltura senza danneggiare il loro capitale, e questo non tiene conto di altri rischi associati come la perdita temporanea ”.

Vale la pena ricordare che la prima fase per Ethereum 2.0 sta per essere rilasciato nelle prossime settimane. Forse dovrebbe diventare una vera evoluzione per i protocolli DeFi.


Immagine in primo piano di Buffik / Pixabay

Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment