Ripple Labs non si sta divertendo molto da quando la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha promosso una causa contro di loro lo scorso dicembre. Da quella data, numerosi scambi e altre società crittografiche (come i fondi) hanno deciso di interrompere il loro trading XRP. Ora è il turno di un altro: Ripple e Moneygram, una delle più grandi società di trasferimento di denaro al mondo, hanno appena interrotto la loro alleanza.

Entrambi hanno stipulato una "partnership strategica" nel 2019. Questo con lo scopo principale di "regolare immediatamente i fondi dai dollari statunitensi alle valute di destinazione su base 24 ore su 24, 7 giorni su 7". Tuttavia, appena un giorno dopo la causa contro Ripple è diventato pubblico, Moneygram ha pubblicato un comunicato stampa per aver preso le distanze dal problema, e anche aver detto che non usavano molto i prodotti Ripple.

"Come promemoria, MoneyGram non utilizza la piattaforma ODL o RippleNet per i trasferimenti diretti di fondi dei consumatori - digitali o altro. Inoltre, MoneyGram non è parte dell'azione della SEC ".

Ripple-XRP-querela negata

Adesso, all'ultimo Rapporto finanziario, hanno annunciato —amid tutto il resto— quello hanno sospeso il loro trading sulla piattaforma di Ripple. La loro collaborazione è, nel migliore dei casi, sospesa, a causa dell'incertezza giuridica attualmente affrontata di Ripple.

“La Società [Moneygram] non prevede alcun beneficio dalle commissioni per lo sviluppo del mercato di Ripple nel primo trimestre. A causa dell'incertezza relativa al contenzioso in corso con la SEC, la Società ha sospeso le negoziazioni sulla piattaforma di Ripple. Nel primo trimestre del 2020, la Società ha realizzato un vantaggio netto di spesa di $12,1 milioni dalle commissioni di sviluppo del mercato di Ripple ".

Questa potrebbe essere una cattiva notizia per XRP, ma, sorprendentemente, il prezzo finora non ha sofferto molto. Al contrario, ha avuto un aumento settimanale di oltre 31%, e c'è una spiegazione per questo.

Moneygram e Ripple si rompono, ma il Wyoming sta aspettando

Brad Garlinghouse aveva dichiarato in precedenza che stavano considerando di abbandonare gli Stati Uniti a favore di alcuni territorio cripto-amichevole. Tuttavia, sembra che abbiano cambiato leggermente idea perché hanno deciso di registrare una nuova entità per Ripple Labs nello stato del Wyoming.

Ciò è spiegato perché il Wyoming è una giurisdizione cripto-friendly, che riconosce le criptovalute come proprietà dal 2019. Caitlin Long, CEO di Avanti (un istituto finanziario crypto-oriented), ha annunciato il registro tramite Twitter.

Oltre alla nuova entità, oggi è stata la prima data del tribunale per Ripple Labs e SEC. Durante la riunione, lo ha affermato l'avvocato Matthew Solomon, che rappresenta il CEO di Ripple Brad Garlinghouse La SEC non ha avvertito in precedenza le società e gli investitori del presunto status di XRP come titolo. Come ha detto, "man mano che questo caso va avanti, questi fatti verranno alla luce e sarà chiaro che XRP non può stabilire e non stabilirà che XRP è una sicurezza".

SEC si sta preparando la loro difesa, mentre entrambe le parti hanno pubblicato una lettera la scorsa settimana, dove le speranze di un accordo sono molto rare. La fase di scoperta del contenzioso (accumulo di prove) dovrebbe concludersi non prima del 16 agosto 2021.


Immagine in primo piano di Andrea Piacquadio / Pexels

0
Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment

it_ITItaliano