Come ormai saprai, Bitcoin e le criptovalute sono l'opposto del denaro tradizionale. Tranne che non è sempre così. Diversi governi e istituzioni finanziarie centralizzate in tutto il mondo sono molto interessati alla tecnologia alla base delle criptovalute. Questo è il motivo per cui stanno ricercando o sviluppando direttamente qualcosa soprannominati CBDC: Central Bank Digital Currencies.

Secondo un rapporto della Bank of International Settlements (BRI, 2018), questo tipo di attività è "una passività della banca centrale, denominata in un'unità di conto esistente, che funge sia da mezzo di scambio che da riserva di valore". In altre parole, sono molto simili a criptovalute, ma sono centralizzati e completamente controllati dall'emittente (la banca centrale).

Lock-money-staking-crypto

Ora, come descritto in un rapporto più recente di BRI (2020), I CBDC devono seguire alcuni principi di base: “(I) una banca centrale non dovrebbe compromettere la stabilità monetaria o finanziaria emettendo una CBDC; (ii) una CBDC dovrebbe coesistere e integrare le forme di denaro esistenti; e (iii) un CBDC dovrebbe promuovere innovazione ed efficienza ”.

Quindi, di nuovo in altre parole, sono come stablecoin emesse dalle banche centrali. Sarebbero ancorati alla valuta nazionale e includere le regole antiriciclaggio (AML) e tutti i controlli ufficiali. E, per ora, la maggior parte di loro sono solo teorici.

Perché i CBDC?

Un'indagine condotta dalla BRI (2020) ha mostrato che circa 80% delle banche centrali di tutto il mondo sono già impegnate nella ricerca o nello sviluppo di CBDC. Il motivo è semplice: questo tipo di asset potrebbe essere più utile per i pagamenti rispetto ai mezzi tradizionali della loro valuta (es. Contanti e bonifici elettronici).

Per la BRI, un Il CBDC fornirebbe un accesso continuo alla moneta della banca centrale, resilienza operativa, diversità dei pagamenti, inclusione finanziaria, trasferimenti fiscali più facili, un certo livello di privacy e, forse la caratteristica più importante, pagamenti transfrontalieri più facili. Tecnologia blockchain potrebbe rendere questa procedura ormai complessa più economica e veloce.

bitcoin-cryptos-crescita-2020

Ovviamente, fare rimesse con Bitcoin e altre criptovalute è ancora un'alternativa più semplice e veloce agli attuali metodi tradizionali. Quindi, le banche centrali stanno pianificando di sfruttare i vantaggi delle criptovalute senza quelli che considerano i suoi svantaggi. O, fondamentalmente, senza decentralizzazione e lo stesso livello di anonimato.

CBDC vs criptovalute decentralizzate

L'infrastruttura tecnica per ogni CBDC è qualcosa di piuttosto in attesa di sviluppo nella maggior parte dei casi. Tuttavia, la grande differenza tra CBDC e criptovalute decentralizzate risiede nella loro filosofia.

Bitcoin e la maggior parte delle criptovalute sono state create da cypherpunk, il che significa attivisti che utilizzano tecnologie per il miglioramento della privacy per raggiungere cambiamenti finanziari, sociali e politici. Bitcoin è, infatti, un modo per recuperare il potere del denaro dalle istituzioni centrali. Non può essere controllato, censurato o limitato in alcun modo. Ciò è stato dimostrato dai casi come la Nigeria.

I migliori utenti crittografici della Nigeria
Bitcoin è stato vietato in Nigeria perché aiutava a finanziare i manifestanti. Immagine di Kaizenify / Wikimedia Commons

Eric Hughes descrive questo obiettivo in Manifesto di Cypherpunk:

“La privacy è necessaria per una società aperta nell'era dell'elettronica (…) Non possiamo aspettarci che governi, società o altre grandi organizzazioni senza volto ci garantiscano la privacy per loro beneficio. È a loro vantaggio parlare di noi, e dovremmo aspettarci che parlino (...) Dobbiamo difendere la nostra privacy se ci aspettiamo di averne. Dobbiamo unirci e creare sistemi che consentano di effettuare transazioni anonime ".

D'altra parte, le CBDC fingono di utilizzare la stessa tecnologia per stabilire controlli sul denaro e mantenere intatto l'attuale sistema finanziario. Requisiti e regole per l'uso, importi limite, identificazione obbligatoria con documenti ufficiali e persino un'ulteriore sorveglianza sulle attività finanziarie sono le cose che ci si deve aspettare da queste monete. Sono inclusi anche la censura e il potere di veto.

Tuttavia, l'attrazione principale delle CBDC sarebbe il livello di fiducia aggiunto al processo. Se qualcosa va storto, la banca centrale dovrebbe essere responsabile delle sue azioni.

Pionieri delle CBDC

Di quelle banche centrali interessate all'80%, possiamo citare alcuni pionieri avanti nella corsa. Il primo è probabilmente le Bahamas con il suo Sand Dollar, in sviluppo dal 2019 e già in circolazione da ottobre 2020. L'obiettivo principale per la sua creazione è stato quello di includere nel sistema finanziario le isole più lontane dell'arcipelago.

Ora, come descrivono in pagina web ufficiale, "Sand Dollar consente una maggiore flessibilità e accessibilità per i residenti che desiderano partecipare ai servizi finanziari tramite un'applicazione per telefoni cellulari (iOS e Android) o utilizzando una carta di pagamento fisica per accedere a un portafoglio digitale".

La Cina segue da vicino la corsa con il loro DC / EP (yuan digitale), annunciato all'inizio del 2016. Non avevano fretta fino al 2019, quando la stablecoin di Facebook, Libra (ora Diem), è stata annunciata al pubblico. La Cina ha quindi temuto per la sua sovranità monetaria, quindi lo sviluppo DC / EP è stato ripreso.

La Banca popolare cinese (PBOC) sta attualmente realizzando progetti pilota nel mondo reale con il proprio CBDC. Questo marzo, circa 200.000 persone riceverebbero 40 milioni di yuan digitali ($6,2 milioni) in una lotteria dal governo locale. L'obiettivo principale è testare l'uso della valuta digitale, mentre la data di lancio ufficiale è pianificato per il prossimo anno.

Altro pionieri straordinari sono la Banca centrale dei Caraibi orientali (DXCD, 2020), la Svezia (corona elettronica, progetto pilota fino al 2022) e le Isole Marshall (SOV). L'Unione europea sta anche sviluppando un euro digitale, che vorrebbe venire in circa quattro anni. Allo stesso modo, Russia vuole sviluppare un rublo digitale e sta preparando un progetto pilota per la fine del 2021.


Vuoi scambiare Bitcoin e altri token? Puoi farlo in modo sicuro su Alfacash! E non dimenticare che stiamo parlando di questo e di molte altre cose sui nostri social media.

Twitter * Telegramma * Facebook * Instagram * Vkontakte

0
Author

Professionista della letteratura nel mondo delle criptovalute dal 2016. Scrittore, ricercatore e bitcoiner. Lavorare per un mondo migliore, con più decentralizzazione e caffè.

Write A Comment